Continua ad aggravarsi il bilancio delle vittime del violento incendio che dal 17 giugno 2017 e per diversi giorni ha devastato i boschi attorno alla cittadina di Pedrógão Grande, nel centro del Portogallo, a circa 150 chilometri a nordest di Lisbona.

Il ministro dell’Interno Jorge Gomes ha detto che al 18 di giugno i morti erano 62 e i feriti 59, cinque dei quali gravi. Tra le vittime vi erano quattro bambini. Si tratta in gran parte di automobilisti, tra cui intere famiglie, rimasti bloccati dalle fiamme lungo la strada che collega Figueiro dos Vinhos a Castanheira de Pera, nel distretto di Leiria. “Una tragedia umana”, l’ha definita il primo ministro portoghese Antonio Costa, di cui il Paese “non ha memoria” e per cui il Governo ha proclamato tre giorni di lutto nazionale a partire dal 18 giugno.

Redazione

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *